Feminist your sexlife – Desidera

Feminist your sexlife – Desidera

Spread the love
Tempo di lettura: 3 minuti

“Per Natale desidero un gatto di peluche o un puzzle.”
“Da grande vorrei diventare un pompiere o una ballerina.”
“Per cena gradirei pollo al curry, zucchine saltate e riso basmati.”

Frasi comuni, no? Le sentiamo e usiamo costantemente in ogni contesto della nostra vita.

Ora faccio una prova:

“Sogno di essere presa dal mio partner in cucina, sopra il tavolo, senza preavviso e con forza” oppure “Desidero che mi tocchi cosi, prima di farlo” oppure ancora “Vorrei avere un rapporto a tre, o anche di più, con uomini e donne sconosciuti che mi toccano, baciano, prendono con la stessa libidine”

Come ti sei sentita? Scommetto che molte di noi a frasi così sono arrossite o si sono sentite sbagliate, soprattutto se magari sono pensieri egosintonici e nel nostro universo intimo, in realtà, li abbiamo davvero che ogni tanto ci girano nella testa.

Perché se si parla di desideri “di vita” sono cosa assolutamente normale, mentre se l’argomento è il desiderio sessuale, tutto diventa tabù, vergogna? Aggiungo, perché spesso abbiamo paura di condividere con il/la partner quello che ci passa nella zona erogena della mente?

Eh si, zona erogena, perché dobbiamo pensare che il desiderio sessuale, grazie alle fantasie erotiche, sia li ad accendere anche quella parte mentale che ci fa venire “lo spunto” di iniziare, continuare, o godere di più, di una prestazione sessuale (sia col partner, che con noi stesse).

L’origine del desiderio poi è assolutamente meravigliosa: deriva dalla pienezza…è «aspirazione ed impulso a soddisfare un piacere».

Il desiderio è una pulsione fisiologica umana, governata da alcune delle parti più antiche del cervello quali soprattutto tronco encefalico e sistema limbico, che è fondamentale in quanto è il primo passo che da l’accesso allo svilupparsi del ciclo sessuale, costituito da fase di eccitazione, fase di plateau, fase dell’orgasmo, fase di risoluzione (Basson, 2001).

Cosa ci frena il desiderio, in particolare quello sessuale?

Il grande Willi Pasini nel suo libro “Desiderare il Desiderio” (1997) ci spiega:

Il desiderio sessuale, che ci dovrebbe dare lo slancio ed essere la nostra linfa vitale, viene come messo in sordina da altri desideri: fare carriera, avere un figlio, comprare un’automobile nuova o il vestito all’ultima moda…Possiamo dire che è tutta la nostra società ad essere pervasa di desiderio: desiderio di consumo, però, desiderio di oggetti. Un bisogno, questo, indotto dall’esterno. E dall’esterno sembra venire, sempre di più, il desiderio sessuale, non più energia legata al proprio mondo emozionale, ma merce, oggetto di consumo.”

La società di adesso sempre di più vuole controllare e modificare il nostro desiderio, mutandolo in cose che abbiano un tornaconto di tipo oggettuale (e monetario), ma del nostro impulso sessuale, quello un po’animalesco, in tutto questo ve ne è traccia?

Anche la morale (in particolare quella italiana) ci ha sempre fatte sentire sbagliate a fare sogni di un certo tipo e quindi ci ha frenato fin da piccole.

A questo aggiungiamo le oscillazioni naturali del desiderio stesso, che possono essere influenzate dalla situazione lavorativa del momento, da esperienze sessuali passate più o meno positive, da sbalzi a livello ormonale, dalla complicità di coppia, da momenti di vita particolari, dall’età, ecc.

Sembra un panorama non molto roseo, ma non volevo spaventarti!

Sai, cara lettrice, cosa dobbiamo fare? Dobbiamo imparare ad ascoltarci! Impariamo ad accettare ogni parte di noi e ad esprimerla liberamente, anche a livello di desiderio sessuale! Non c’è assolutamente nulla di sbagliato o non normale nella sessualità.

Non dobbiamo avere paura di mostrare il nostro calore, il nostro lato sensuale femminile (non dev’essere un tabù esprimere la nostra sessualità in ogni fronte!) e soprattutto impariamo a condividere con gli altri i pensieri, le fantasie erotiche e i desideri alimentate da queste, senza paura e imbarazzo, proprio allo stesso modo di quando parliamo del prossimo paio di scarpe che desideriamo comprare o di politica estera.

Il piacere è una cosa bellissima, scopriamolo e godiamone in ogni aspetto della vita. Desidera.

di Giorgia Fasoli

PS. Un consiglio: Natale è vicino, regalati qualcosa per scoprire un piacere intenso… un sex toy magari, che ti faccia cantare Jingle Bells come un soprano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Instagram