Feminist your myth – Rupi Kaur

Feminist your myth – Rupi Kaur

Spread the love
Tempo di lettura: 2 minuti

Rupi Kaur è il mito del giorno.

Poetessa, scrittrice e illustratrice canadese che con le sue opere è riuscita a scuotere l’opinione pubblica. Il motivo? Scrivere poesie vere e dissacranti.

Se non la conoscete, ne avrete sentito parlare soprattutto per i lavori dedicati al ciclo mestruale e al corpo femminile.

Nel 2015, postò su Instagram sei scatti, tra cui uno che la ritraeva sdraiata in un letto, di schiena, con i pantaloni e le lenzuola macchiati di sangue mestruale. Il lavoro, intitolato The Period, era legato al suo progetto finale degli studi universitari. Instagram censurò quell’immagine e lei colse l’occasione per rispondere «Grazie Instagram per avermi fornito la risposta esatta rispetto a quanto critico nei miei lavori». Successivamente Instagram dichiarò di aver eliminato le immagini per errore.

Della sua opera e delle mestruazioni ne parla anche la nostra Beatrice in questo podcast, che vi consiglio per farvi un’idea di quanto il sangue femminile sia stato, e sia ancora, demonizzato dalla società.

Tornando a Rupi Kaur, la giovanissima Instapoet, classe 1992 nata nel Punjab, in India, ed emigrata con la famiglia in Canada, dice di aver passato gli anni di scuola un po’ isolata per via della diversità linguistica, ma che la madre la spronò a disegnare ed esplorare il suo lato creativo.

Oltre al ciclo mestruale, gli altri temi che non ha vergogna di trattare e affrontare includono le molestie, gli abusi sessuali, l’alcolismo e, più in generale, la femminilità e l’amore in tutte le loro forme.

Il suo primo libro, Milk and Honey, un’antologia di poesie, è stato pubblicato nel 2014: il nome della raccolta allude ai cambiamenti femminili, come la stessa autrice li ha definiti: «lisci come il latte e densi come il miele». Il libro è riuscito a vendere 2,5 milioni di copie, è stato tradotto in 25 lingue ed è rimasto per oltre 70 settimane sulla lista dei bestseller del New York Times.

Il suo secondo libro è stato pubblicato nel 2017, The Sun and Her Flowers: anche in questa raccolta i temi sono profondi e traumatici, ma spronano sempre all’amore per se stessi, alla guarigione e alla rivoluzione. Una rivoluzione che è anche ribaltamento dei ruoli, dell’ordine, del mondo…una rivoluzione che anche noi Iguane ci auguriamo avvenga il più presto possibile, e di cui possiamo leggere un anticipo in questa poesia:

no,
non
sarà amore a
prima vista quando
ci incontreremo sarà amore
al primo ricordo perché
ti ho visto negli occhi di mia madre
quando mi dice di sposare il tipo
di uomo che vorrei che mio figlio diventasse

di Lucrezia Benedetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Instagram