Feminist Your Finance

Feminist Your Finance

Spread the love
Tempo di lettura: 3 minuti

Da anni suggerisco come investire i risparmi dei propri clienti a banche, società di gestione del risparmio, consulenti finanziari, private banker, fondazioni, enti previdenziali, eccetera eccetera.

Si tratta di una grande responsabilità perché il risparmio costituisce per ciascuno di noi e per la società intera una risorsa importante: aumentarne e/o preservarne il valore è quindi un obiettivo cruciale.

Pensa a quante tue scelte sono basate sui soldi che hai risparmiato: un viaggio, un acquisto importante, un investimento immobiliare. E pensa a quanta serenità ti dà sapere di avere messo da parte dei risparmi per affrontare momenti difficili o, se sei lungimirante, la vecchiaia.

In tanti anni ho imparato a conoscere quali sono gli strumenti a nostra disposizione per gli investimenti e come questi reagiscano alle cosiddette notizie di mercato. Mi è stato possibile grazie al mio lavoro, in un settore decisamente maschile in cui fino a pochi anni fa le donne si contavano sulle dita di una mano. Oggi le cose sono in parte cambiate, anche se scommetto che continueranno a cambiare e che le donne saranno non solo sempre più numerose in finanza ma anche sempre più economicamente indipendenti, determinando un nuovo trend nei consumi e nel risparmio così come negli investimenti. Per dirla più semplicemente, le donne rappresenteranno una quota crescente del mercato del lavoro e con i loro risparmi e i loro consumi saranno in grado di influenzare sempre più anche il mondo degli investimenti.

Per questo ritengo sia importante dare qualche consiglio alla mia «categoria» preferita, quella delle giovani donne come te che pur non lavorando in questo campo hanno voglia di capire di più e, perché no, di tenersi aggiornate su quanto accade per non farsi cogliere impreparate davanti al consueto aggiornamento del TG su borse (non quelle di Vuitton) e mercati. Credo inoltre sia importante per le giovani donne informarsi e conoscere alcune semplici nozioni di finanza per confrontarsi con gli esperti e comprendere per bene quello che raccontano, senza cadere in qualche tranello attratte da guadagni tanto facili quanto elevati quando investiranno i loro risparmi.

Di questo mi occuperò nella mia rubrica Feminist your finance, cercando di portare la finanza nella tua cameretta come fosse una chiacchierata via Skype sull’ultimo rossetto di Chanel. 

Perché ammesso che per fare degli investimenti sia necessario avere dei risparmi – evita di prendere soldi in prestito per investirli – è importante iniziare a risparmiare, e investire, fin da giovani.

Dicevo dei guadagni. Ecco la mia lezione numero uno: NON ESISTONO GUADAGNI ELEVATI E FACILI. Il risparmio e gli investimenti non sono la slot machine da cui, se ti va bene, in pochi secondi cascano montagne sonanti di monetine. È proprio il contrario: sono una faccenda estremamente seria che richiede un’attenta valutazione dei rischi, la conoscenza degli strumenti e la definizione dell’orizzonte temporale: cose di cui parleremo nei nostri appuntamenti.

Ed ecco la mia seconda lezione: EVITA IL FAI DA TE. Come vai dal dottore per curare un’influenza, così sarebbe opportuno ti rivolgessi a un consulente finanziario onesto, fidato e preparato per la cura dei tuoi investimenti. Il consulente finanziario è colui – o colei, bada bene! – che personalizza la cura, che chiameremo «portafoglio», sulla base dei tuoi bisogni economici, della tua sopportazione dei rischi, della tua morale.

Come vedremo insieme, esistono infiniti strumenti per la costruzione di un portafoglio e questo permette a ciascuna di noi di avere quello più adatto alla sua personalità e ai suoi bisogni. Il consulente finanziario è come il sarto che cuce un abito dopo aver preso le tue misure: le misure sono i tuoi bisogni economici (quanto guadagni e quanto risparmi, in quale fase della vita ti trovi), la tua propensione al rischio (ovvero quanto sei disposte a perdere) e la tua vocazione (ti piace investire in maniera etica lottando contro il cambiamento climatico o promuovendo la parità di genere?). L’abito è il portafoglio ovvero l’insieme degli strumenti finanziari che permetteranno ai tuoi risparmi di crescere nel tempo fino al giorno in cui avrai bisogno di quel denaro.

Sei pronta a far fruttare i tuoi risparmi per diventare ancora più indipendente? Segui la mia rubrica e feminist your finance!

di Laura Tardino

2 Replies to “Feminist Your Finance”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Instagram